Cerca Contatti Archivio
ALTRAGRICOLTURA NORD EST...

Notizie in primo piano
In sovrappeso e con più carne a tavola: ecco come siamo cambiati negli ultimi 100 anni. I risultati del dossier Coop.
Identikit, statistiche, ricerche e analisi sui consumi alimentari degli italiani, è quanto promette italiani.coop.it, il nuovo progetto curato dall’Ufficio Studi Coop, che cerca di esaminare i cambiamenti e ipotizzare nel futuro. Il primo lavoro intitolato “Un secolo di italiani”, analizza gli ultimi 100 anni e riflette sulle cose che dci differenziano rispetto al passato?
continua...
- sabato 23 luglio 2016

Marione, il grande.
- di SERGIO BOLOGNA - Non ricordo con precisione come e quando ho conosciuto Mario Dalmaviva, ma sono certo che il periodo era la primavera del ’69 e anche sulle circostanze non ho dubbi. Insegnavo alla Facoltà di Sociologia di Trento e Mario era uno dei tanti studenti-lavoratori. Avevano una sensibilità diversa rispetto a quelli che avevano fatto le occupazioni, nel ‘67/’68. Erano più sensibili alle tematiche del lavoro e meno intrappolati nelle ideologie antiautoritarie e terzomondiste.
continua...
- venerdì 22 luglio 2016

Roma, sgombrato il Point Break. La protesta Fiom: "C'è bisogno di spazi aperti, solidali, inclusivi"
Oggi a Roma è stato sgomberato il “Point Break”, lo studentato occupato nato al Pigneto in risposta alla crisi delle politiche abitative e di accesso e sostegno al diritto allo studio che aveva restituito un immobile vuoto a studenti e cittadini. Negli ultimi 7 anni era stato attraversato come spazio solidale nato durante l’Onda dalle rivendicazioni dal basso di studenti e precari e aperto al quartiere e alla città dando vita anche a sportelli di mutuo-aiuto come quello contro i distacchi idrici operati da Acea.
continua...
- giovedì 21 luglio 2016

Mario Dalmaviva, un ironico rivoluzionario. Il ricordo di Alberto Magnaghi
È morto Mario Dalmaviva. Ha resistito più di altri: la statistica dei compagni del Processo «7 aprile 1979» che hanno subìto una ingiusta carcerazione preventiva (fino a 5 anni e 4 mesi, come Mario) e sono morti prematuramente per malattia è impressionante: Luciano Ferrari Bravo, Augusto Finzi, Guido Bianchini, Franco Tommei, Emilio Vesce, Sandro Serafini, Giorgio Raiteri, Paolo Pozzi, Gianmario Baietta, Antonio Liverani… insomma, la galera uccide.
continua...
- giovedì 21 luglio 2016

La fabbrica Fiat in Serbia e il senso per gli affari di Sergio Marchionne.
Viaggio a Kragujevac, nello stabilimento della 500L. Avrebbe dovuto produrre 300mila auto, ma nel 2015 dalle linee ne sono uscite meno di 92mila. Intanto l’azienda, che è diventata FCA, ha spostato in Turchia i nuovi modelli, come la Tipo, e annunciato nuovi licenziamenti.
continua...
- giovedì 21 luglio 2016

A Padova riprende l'iniziativa delle associazioni di base per avere un territorio comunale libero da OGM.

La COALIZIONE "PADOVA OGM FREE" invita i cittadini a esplicitare al sindaco la propria contrarietà agli OGM.

Entra in azione..., compila il form alla pagina web , ed invia una email al Sindaco, al Vice-Sindaco di Padova e ai Capigruppo in seno al Consiglio Comunale per dire "NO agli OGM", anche nel comune di Padova."





News

Guerra informatica tra Wikileaks e Ankara.
Turchia. Il sito di Assange pubblica 300mila mail inviate dal partito del presidente, l'Akp, dove si attacca Gulen e si parla della base Nato di Incirlik. Reazione immediata: il website subito oscurato Wikileaks l’aveva preannunciato e Wikileaks ha mantenuto la promessa: le quasi 300mila email dell’Akp, il partito di Erdogan, sono state rese pubbliche. La corrispondenza va dal 2010 al 6 luglio 2016: il nuovo leak è stato definito dallo stesso Assange «la risposta alla repressione di Erdogan». >>



Pollo italiano senza antibiotici: è possibile? L’esempio virtuoso di un’azienda piemontese già premiata da CIWF per il benessere animale.
Arriva anche in Italia il primo pollo allevato senza antibiotici. Viene dal Piemonte, e precisamente dalla cooperativa Agricola Valverde di Saluggia (Vercelli) che da qualche settimana ha messo sul mercato il pollo Gran Selezione, corredato di etichetta che precisa “allevato senza uso di antibiotici”. Si tratta di una dicitura autorizzata dal disciplinare Unaitalia e approvato dal Ministero delle Politiche Agricole. “Nell’ambito dell’impegno per una riduzione dell’uso degli antibiotici – spiega Rossella Pedicone, responsabile area tecnico Sanitaria di UnaItalia – abbiamo inserito questa dicitura tra le informazioni che possono essere oggetto di etichettatura volontaria ”. In questo caso un ente certificatore terzo verifica l’assenza di antibiotici nell’intero processo di allevamento, attraverso controlli sulla documentazione e analisi di laboratorio, oltre all’adozione di un codice di tracciabilità delle carni. >>



Glisofato, l'Unione europea sceglie la via ipocritica: approva la proroga all'uso e consiglia le precauzioni agli stati membri
Dopo l’ennesima decisione mancata da parte del Collegio d’appello, la Commissione Europea ha deciso di estendere in via provvisoria l’autorizzazione all’uso del glisofato, l’erbicida sospettato di causare il cancro. In attesa entro il 2017 del parere definitivo dell’Agenzia europea delle sostanze chimiche (ECHA) sugli effetti della sostanza per la salute umana e per l’ambiente e comunque in contrasto il parere opposto di pericolosità espresso dall’Agenzia dell’Onu sulla salute. La sostanza è al centro del confronto scientifico per la sua possibile cancerogenicità e il suo impatto sul sistema endocrino. >>