Cerca Contatti Archivio
ALTRAGRICOLTURA NORD EST...

Notizie in primo piano
Difendere la terra: la lotta dei maya in Guatemala.
In Guatemala le popolazioni che si organizzano di fronte agli interessi delle grandi imprese stanno frenando l’espansione dello sfruttamento minerario, idroelettrico e delle monocolture che distruggono le loro terre e la loro forma di vivere. Dal 2008 le comunità hanno raggiunto una coordinazione a livello nazionale, grazie alla quale gruppi di lingua e cultura differenti si sostengono a vicenda nelle lotte territoriali e si ritrovano unite nel reclamare con forza la Consulta popolare come diritto fondamentale per la propria autodeterminazione, lottando per il riconoscimento di questa contro una classe politica che cerca di delegittimarla con ogni mezzo. I conflitti nei territori indigeni legati alla terra e alla difesa delle risorse comunitarie in Guatemala hanno profonde radici storiche. La rivoluzione del 1944 portò a elezioni libere e democratiche che furono vinte da Jacobo Arbenz, il presidente che verrà ricordato per aver nazionalizzato buona parte delle terre del paese e averle redistribuite alla popolazione nullatenente. Le terre in questione fino ad allora appartenevano principalmente alla United Fruit Company, la multinazionale statunitense che commerciava banane e frutta tropicale in tutto il continente (l’attuale Chiquita).
continua...
- lunedì 1 settembre 2014

OPERAZIONE REPRESSIVA CONTRO IL PRESIDIO PERMANENTE DI CASTELNUOVO SCRIVIA.
Esprimiamo massima solidarietà ai compagni e alle compagne colpiti. Forza Daniela, forza Antonio, forza Presidio Permanente di Castelnuovo Scrivia! Invitiamo tutti e tutte a guardare e far girare il video “SCHIAVI MAI! IMMAGINI E TESTIMONIANZE DELLA LOTTA DEI BRACCIANTI AGRICOLI DI CASTELNUOVO SCRIVIA” -Schiavi mai, parte 1: https://www.youtube.com/watch?v=3XVBdnL1J6o - Schiavi mai, parte 2: https://www.youtube.com/watch?v=_RPXHSWtrYs - Schiavi mai, parte 3: https://www.youtube.com/watch?v=WxX3IrWKx1Q - Schiavi mai, parte 4: https://www.youtube.com/watch?v=zvRbMy8og0w - Presto verrà proiettato anche sugli schermi del Coordinamento bracciantile saluzzese a Verzuolo, perchè la solidarietà non è uno slogan: la solidarietà è un’arma!
continua...
- domenica 31 agosto 2014

Gaza da ricostruire, un'altra guerra.
Ieri, appena a ridosso dell’inizio della tregua, il prezzo pagato nel corso dei combattimenti si e' palesato alla popolazione nelle sue dimensioni catastrofiche. Fin dalle prime ore della giornata si e' creato un flusso di gente ad ondate verso i rioni piu' colpiti dai bombardamenti: Beit Hanun, Sajaya, Khuzaa. Chi aveva visto lo sfacelo alla televisione e' rimasto a bocca aperta nel toccarlo con mano. Grattacieli spazzati via, interi quartieri devastati. Molti erano impegnati a fotografare, increduli di tanta devastazione. La guerra, però, per i palestinesi, è una parentesi nera tra le parole "occupazione" ed "embargo". E' inquietante come nell'illustrare i numeri del massacro Netanyahu ha parlato di più di mille terroristi uccisi, riferendosi a Hamas. Il conto non sta in piedi. La truce propaganda della Stella di David ha ucciso il popolo palestinese per una seconda volta. A morire a Gaza è stata la gente comune. E tutto il mondo l'ha visto. Israele continua a negarlo.
continua...
- sabato 30 agosto 2014

La strage dei giornalisti palestinesi a Gaza. (di Girolamo De Michele).
Just fucking boys 16 luglio 2014. Prende la mira con calma, dalla nave. Il primo shrapnel ha centrato i bambini che giocavano a pallone sulla spiaggetta, dilaniandone uno. Gli altri scappano verso il capanno. Aspetta che lo abbiano raggiunto. Si sente calmo, freddo: come uno jihadista col coltello in pugno che aspetta la fine del messaggio registrato per sgozzare l’ostaggio. Eccoli tutti lì: in trappola. Il secondo shrapnel centra il bersaglio: sia lode a Yahweh, il dio degli eserciti.
continua...
- martedì 26 agosto 2014

Perché le colture transgeniche (OGM) sono una minaccia per gli agricoltori, la sovranità alimentare, la salute e la biodiversità del pianeta.
Il Comitato Amig@s MST-Italia guarda con estremo interesse al dialogo in corso tra Papa Francesco, la Pontificia Accademia delle Scienze e i movimenti popolari, che ha preso avvio con il Seminario sull'esclusione sociale svoltosi in Vaticano nel dicembre 2013. Altrettanto interesse ha destato in noi la lettera che un gruppo di scienziati vicini ai movimenti contadini, come Via Campesina Internazionale, ha inviato al Papa il 30 Aprile 2014, insieme a un documento elaborato collettivamente, dal titolo “Perché le coltivazioni transgeniche rappresentano una minaccia ai contadini, alla sovranità alimentare, alla salute e alla biodiversità nel pianeta”, chiedendo il suo aiuto rispetto alla questione dei semi transgenici e del loro impatto sulle popolazioni rurali e urbane, sulla natura e sull’economia, soprattutto dei Paesi del Sud del mondo. Un argomento di fondamentale importanza, considerando che i semi sono l'origine della vita e rivestono per tutti i popoli anche un significato simbolico e culturale. Condividendo completamente il documento degli otto scienziati, riteniamo importante e utile raccogliere firme di adesione, in Italia e Europa, a questo testo scientifico, iniziando da coloro che conoscono a fondo la questione, come professori universitari, scienziati e ricercatori di Ministeri e Istituzioni locali e arrivare naturalmente ai contadini, ai movimenti per la difesa dei Beni Comuni, agli operatori dell'informazione, ai parlamentari, agli esponenti religiosi e a tutti i cittadini. Antonio Lupo, Serena Romagnoli - Comitato Amig@s MST-Italia - 23 agosto 2014 ++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++ In Italia hanno già firmato il documento:il prof. Gianni Tamino, docente di Biologia all’Università di PadovaIl dott. Riccardo Rifici, responsabile sezione certificazione ambientale e GPP del Ministero dell’AmbienteIl documento è stato presentato alla stampa italiana con un comunicato di AIAB/Amig@s MST-Italia il 6 agosto 2014
continua...
- domenica 24 agosto 2014

A Padova riprende l'iniziativa delle associazioni di base per avere un territorio comunale libero da OGM.

La COALIZIONE "PADOVA OGM FREE" invita i cittadini a esplicitare al sindaco la propria contrarietà agli OGM.

Entra in azione..., compila il form alla pagina web , ed invia una email al Sindaco, al Vice-Sindaco di Padova e ai Capigruppo in seno al Consiglio Comunale per dire "NO agli OGM", anche nel comune di Padova."





News

Sardegna, assemblea contro le esercitazioni israeliane a Capo Frasca.
Oltre 200 persone partecipano all'"Assemblea internazionale contro le esercitazioni israeliane in Sardegna e per il rilancio della campagna di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni", organizzata a Cagliari da un gruppo di associazioni pro Palestina. L'iniziativa punta a ottenere lo stop delle attivita' belliche dell'esercito israeliano in programma nel poligono sardo di Capo Frasca e il boicottaggio economico e culturale di Israele, come strumento di protesta contro l'aggressione dei territori palestinesi >>



Gaza, oltre 300 sopravvissuti alla Shoah contro Israele.
Hanno pubblicato una lettera a pagamento sul New York Times per condannare "il massacro dei palestinesi" e "l'abuso della nostra storia". Il riferimento è al premio Nobel Elie Wiesel che ha paragonato Hamas ai nazisti. >>



Gaza: i numeri della guerra 1.910 morti, di cui 415 bambini.
In 29 giorni di guerra tra israeliani e palestinesi, a partire dall'8 luglio scorso, i morti sono stati complessivamente 1910, di cui 1843 palestinesi, 64 soldati israeliani, due civili israeliani e un thailandese. Il bilancio e' redatto dall'agenzia umanitaria dell'Onu Ocha >>