Cerca Contatti Archivio
ALTRAGRICOLTURA NORD EST...

Notizie in primo piano
Angelo l’orango ferito per lasciare spazio alle piantagioni di olio di palma. La foto di Word Press. Fermiamo l’invasione del grasso tropicale. Firma la petizione.
Questa è la fotografia di Angelo, un orango maschio di 14 anni che aspetta di essere visitato nel centro di assistenza del SOCP (Programma di conservazione degli oranghi a Sumatra) in Indonesia. Lo hanno trovato in una piantagione di palma da olio con proiettili ad aria compressa nel corpo. La domanda mondiale di olio di palma utilizzato nel 90% dei prodotti da forno italiani, nei cosmetici e anche per biocarburanti è in crescita.
continua...
- mercoledì 13 maggio 2015

Giorgiana Masi, quell'omicidio della "Ragion di Stato" rimasto nell'omertà e nella menzogna.
Il 12 maggio del 1977 veniva uccisa a Roma Giorgiana Masi, appena diciannovenne. Oggi a mezzogiorno è in programma un sit in a ponte Garibaldi per ricordarla. Pubblichiamo un passo del libro di Paola Staccioli "101 donne che hanno fatto grande Roma" (Newton Compton 2011)
continua...
- mercoledì 13 maggio 2015

In arrivo carne americana proveniente da animali imbottiti di estrogeni, anabolizzanti e sostanze classificate cancerogene. Se passa il TTIP tutto ciò sarà presto realtà.
Dopo i polli con gli antibiotici l’adesione dell’Europa al Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti (TTIP) proposto dagli Stati Uniti aprirà le porte alle bistecche di manzo ottenute da animali imbottiti di ormoni, anabolizzanti, beta agonisti… Si tratta di sostanze chimiche e medicinali il cui uso in Europa è vietato, salvo quando il veterinario deve curare un animale malato. La questione non è banale visto che in alcuni casi si tratta di sostanze classificate dallo IARC come cancerogene. Nonostante ciò gli americani utilizzano anabolizzanti e ormoni con regolarità. Come conciliare la filosofia europea contro il trattamento generalizzato degli animali (a tutela della salute pubblica), con quella americana che autorizza le somministrazioni per aumentare la produzione di carne?
continua...
- martedì 12 maggio 2015

Sinistra, la spinta e la resistenza.
Sem­bra che il red­dito di cit­ta­di­nanza, sinora teo­riz­zato da iso­late avan­guar­die, abbia fatto final­mente il suo ingresso nel cuore del Palazzo. Non ci sono solo i par­la­men­tari di Sel e del movi­mento 5 Stelle, ma anche espo­nenti del Pd, il par­tito al governo, a mostrare qual­che inte­resse (vedremo quanto con­creto) nella discus­sione della com­mis­sione del Senato. Duole dirlo, ma, a dif­fe­renza dei 5Stelle, la nostra sini­stra (quella alla quale io appar­tengo) non appare altret­tanto capace di deter­mi­na­zione nel per­se­guire un sin­golo, ma grande obiet­tivo e non sa inven­tarsi forme di lotta diverse dalle vec­chie, troppo rituali, sfi­late in piazza.
continua...
- martedì 12 maggio 2015

Nuovo regolamento sugli OGM in alimenti e mangimi: conflitto tra Commissione europea e USA. Ma non è soddisfatto nemmeno chi è contrario.
Dal 20 al 24 aprile, a New York, si è svolta la nona tornata negoziale tra Stati Uniti e Unione europea sul TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership), il Trattato commerciale di libero scambio tra Stati Uniti e Unione europea in discussione dal luglio 2013. Proprio nel mezzo delle trattative, da Bruxelles hanno fatto irruzione gli ogm che, secondo quanto affermato dalla Commissione Ue, non avrebbero dovuto far parte delle materie oggetto del TTIP . Il problema è invece stato l’occasione per una dura presa di posizione da parte degli Stati Uniti.
continua...
- martedì 12 maggio 2015

A Padova riprende l'iniziativa delle associazioni di base per avere un territorio comunale libero da OGM.

La COALIZIONE "PADOVA OGM FREE" invita i cittadini a esplicitare al sindaco la propria contrarietà agli OGM.

Entra in azione..., compila il form alla pagina web , ed invia una email al Sindaco, al Vice-Sindaco di Padova e ai Capigruppo in seno al Consiglio Comunale per dire "NO agli OGM", anche nel comune di Padova."





News

NO EXPO
L'expo 2015, aldilà della propaganda da un lato e dalle vicende giudiziarie dall'altro, rappresenta una vicenda simbolica dalla quale emergono terreni di attivazione comuni a molte realtà sociali. Dietro all'enorme scenografia cinematografica emerge infatti la voracità che travolge territori, beni comuni e diritti. >>



L’AIAB interviene sul batterio che stermina gli ulivi.
Il piano messo in atto dal Commissario Giovanni Silletti per l'emergenza Xylella Fastidiosa, il batterio che sta sterminando gli ulivi pugliesi, rischia di non essere efficace, oltre che potenzialmente dannoso. L’irrorazione per via area di pesticidi e fungicidi che contrastano la diffusione del batterio è nociva per l'agricoltura e in particolare per quella biologica. Mentre l’estirpazione degli olivi infetti, necessaria per evitare la diffusione del batterio che continua a vivere anche nelle piante secche, sarebbe inutile qualora l’essiccamento fosse stato prodotto anche da altre concause . >>



Gli USA vogliono limitare le coltivazioni di mais ogm: la diabrotica, un vorace insetto, è resistente alle tossine del batterio Bacillus thuringensis.
Per la prima volta, l’Agenzia statunitense per la protezione dell’ambiente (Environmental Protection Agency – EPA) ha proposto di limitare la coltivazione di mais geneticamente modificato, per contrastare la proliferazione di un parassita particolarmente vorace, la diabrotica. Questo insetto -iferisce il Wall Street Journal- causa danni ai coltivatori americani di valore stimato tra uno e due miliardi di dollari l’anno. >>