Cerca Contatti Archivio
ALTRAGRICOLTURA NORD EST...

Notizie in primo piano
Sabato 4 ottobre 2014 Manifestazione davanti al mangimificio Veronesi per un cibo senza OGM, San Pietro in Gu (PD) in via Armedola, 27
In Italia gli animali da cui derivano carne, latte, formaggio, uova e altri prodotti sono alimentati con mangimi che nell'80% dei casi contengono OGM. Chiediamo da subito trasparenza ed un etichettatura chiara su questi prodotti, vogliamo sapere come vengono alimentati gli animali, vogliamo il divieto di importazione di materie prime OGM e la valorizzazione di filiere agroalimentari rispettose dell'ambiente e della salute umana e animale.
continua...
- martedì 30 settembre 2014

Commercio, il laboratorio "ammazzadiritti". Le testimonianze di due lavoratori Cobas.
Dico e Carrefour sono due catene di ipermercati che impiegano migliaia di dipendenti, la prima un anno fa è stata ceduta ad un gruppo romano uscendo cosi' dall'orbita della Legacoop. Solo negli ultimi anni sono decine i lavoratori licenziati dai due marchi per esuberi, accorpamenti ed esternalizzazioni. Mario e Filippo (nomi di fantasia) del Cobas lavoro privato (Toscana) hanno una precisa opinione su quanto sta accadendo con l’intervento di cooperative esterne. Una discussione non facile pechè i lavoratori temono di essere presi di mira.
continua...
- lunedì 29 settembre 2014

24 settembre 2014, PRESIDIO presso la sede di AcegasApsAmga (PD)
Con la bolletta-acqua di settembre Acegas fattura quanto fin qui detratto dagli autoriduttori a titolo di remunerazione del capitale ignorando, per l’ennesima volta, l’esito referendario!! La campagna di Obbedienza Civile (cioè di autoriduzione delle bollette dell’acqua della componente di profitto cancellata dai referendum di giugno 2011 ma mai eliminata dai gestori), a cui hanno aderito centinaia e centinaia utenti del padovano, risulta indigesta ai gestori come AcegasApsAmga e così con una mossa furbesca questi tenta di affossarla definitivamente.
continua...
- lunedì 22 settembre 2014

«Giusta la battaglia Lotterò fino alla fine».
LONIGO. Eugenio Rigodanzo, produttore di Lonigo, non crede più a nessuno. Cinquantadue anni, leader storico dei comitati Cospa del latte, nel 1997 è stato protagonista della clamorosa protesta del letame sull’autostrada a Vancimuglio. «Avvocati corrotti, politici pantofolai, associazioni colluse» spiega Rigodanzo: «Eppure avevamo e abbiamo ragione. La Lega ci ha mollato da tempo, noi siamo divisi, le associazioni non esistono più. Io continuerò a combattere fino all’ultimo giorno, anche dovessi dare solo un centesimo».
continua...
- mercoledì 10 settembre 2014

Quote latte, per un’azienda stangata da 7 milioni.
L’assessore regionale Franco Manzato: «Il governo si accolli le multe e attenda l’esito delle indagini». VENEZIA. C’è un’azienda veneta che «deve» allo Stato sette milioni di euro, tra multe e interessi. Ma la media delle multe da pagare per i settecento produttori veneti che tra pochi giorni riceveranno l’avviso della Guardia di finanza è di 400 mila euro. Sta per scoppiare la nuova bomba delle quote latte, perché l’Italia si è impegnata entro il 10 ottobre a recuperare le somme finora non incassate del contenzioso con i produttori di latte a causa del superamento dei plafond. Un impegno che non può venir meno, soprattutto nel semestre di presidenza italiana del Consiglio europeo. Ma le cartelle che l’Agea, l’agenzia nazionale per i pagamenti in agricoltura, sta per emettere avranno l’effetto devastante sui già stremati agricoltori che da diciott’anni combattono contro la partita delle quote latte.
continua...
- mercoledì 10 settembre 2014

A Padova riprende l'iniziativa delle associazioni di base per avere un territorio comunale libero da OGM.

La COALIZIONE "PADOVA OGM FREE" invita i cittadini a esplicitare al sindaco la propria contrarietà agli OGM.

Entra in azione..., compila il form alla pagina web , ed invia una email al Sindaco, al Vice-Sindaco di Padova e ai Capigruppo in seno al Consiglio Comunale per dire "NO agli OGM", anche nel comune di Padova."





News

Per le patate dolci si spera nel sole di settembre, se verrà.
Sarà il sole di settembre, se verrà e lo sperano i coltivatori, a determinare in termini di quantità e di qualità la raccolta 2014 della patata dolce che è cominciata da pochi giorni. La maturazione dei tuberi per ora non è delle migliori: le patate non raggiungono la normale grossezza e non brillano per qualità. >>



Da Gaza un appello all'Italia: Non addestrare i soldati che ci bombardano.
Davanti a un cumulo di macerie, un ragazzo a Gaza tiene in mano un cartello con scritto, "Italia, non addestrare i piloti che ci bombardano". Un gruppo di bambini ne sorregge un altro: "Addestrare i piloti israeliani = uccidere bambini palestinesi". Sono due dei quasi 50 foto-appelli che sono arrivati dalla Striscia per chiedere al governo italiano di annullare le esercitazioni militari previste per settembre in Sardegna, che, secondo un documento del Ministero della Difesa, prevedono la partecipazione dell'aeronautica israeliana. >>



Pink slime o “poltiglia rosa”: la carne separata meccanicamente non è sparita. Troppo conveniente per le aziende
Sono passati circa due anni dalla ribalta del cosiddetto pink slime, la poltiglia rosa, ovvero il preparato industriale fatto con scarti di lavorazione insieme a parti selezionate delle diverse carni, impiegato negli Stati Uniti per hamburger e piatti pronti, al punto da essere presente, secondo le stime, nel 70% dei prodotti a base di carne. Lo scandalo aveva occupato le prime pagine dei media di molti paesi, Italia compresa, dove però il suo impiego è limitato alla carne di volatili e di suini (in etichetta è chiamata “carne separata meccanicamente” o “CSM”). >>