Cerca Contatti Archivio
 
40 anni fa.

Il 7 aprile 1979, scattava in tutt’Italia una operazione di polizia giudiziaria destinata a lasciare il segno nella macro e micro storia del nostro Paese e non solo. Una inchiesta giudiziaria che aveva avuto gestazione, come impianto accusatorio associativo già ne 1977 ma che con il 7 Aprile compie un salto di qualità politico e giudiziario: l’accusa non è il semplice reato di associazione sovversiva ma diventa insurrezione armata contro i poteri dello stato, con l’assunto accusatorio che fa coincidere il presunto vertice dell’Autonomia, anzi una fetta di essa, quella originatasi dallo scioglimento del gruppo dei primi anni ‘70 denominato Potere Operaio, con quello della formazione armata e clandestina nota come Brigate Rosse. Fu il così detto ‘teorema Calogero’, dal cognome del magistrato Pietro della Procura di Padova, molto noto e stimato, anche negli ambienti dell’allora sinistra per aver indagato sul fascista Ordine Nuovo, sui padovani Freda e Ventura, identificati come gli stragisti della Banca dell’Agricoltura, a Piazza Fontana in Milano, dove nel 1969 morirono oltre 60 persone e che determinò un mutamento generale del conflitto sociale in atto nel Paese, della militanza nel movimento e nei gruppi politici di allora: era l’epoca della strategia della tensione, delle Stragi di Stato, viste le evidenti collusioni tra terroristi neofascisti e servizi segreti, nazionali ed internazionali.
venerdì 5 aprile 2019
Leggi l'articolo...


La banalità del Salvini.

Quando Jake (John Belushi) diceva “io li odio i nazisti dell’Illinois.” nel film ‘The Blues Brothers’ prima che Elwood lanciasse la macchina a tutta velocità contro un gruppo di manifestanti nazisti, facendoli saltare giù dal ponte in cui si trovavano, obbligandoli finire dentro il fiume sottostante, esprime bene il senso di fastidio, di disprezzo, di distanza, di antagonismo, che la gioiosa, ironica, determinata marea di donne e di uomini, invitata ad esserci da NUDM, ha manifestato il 30 marzo a Verona, mettendo un punto fermo a salvaguardia dei diritti acquisiti sulle tematiche della riproduzione e della convivenza tra cittadini, da tempo sotto attacco.
martedì 2 aprile 2019
Leggi l'articolo...


Glifosato, la Corte Ue bacchetta Efsa: dovrà rendere pubblici gli studi di tossicità. L’interesse dei cittadini deve prevalere sulle aziende

L’Efsa dovrà rendere noti gli studi che hanno condotto alla decisione di prolungare l’autorizzazione al commercio del glifosato in Europa, presa nel 2017 nonostante la International Agency for Research on Cancer (Iarc) di Lione, agenzia dell’Oms, nel 2015 avesse definito la sostanza “probabile cancerogeno”. La Corte Europea di giustizia ha infatti dato torto all’Autorità, che aveva rifiutato l’accesso ai documenti sia al tossicologo Anthony C. Tweedale che ai membri del Parlamento europeo Heidi Hautala, Michèle Rivasi, Benedek Jávor e Bart Staes.
sabato 23 marzo 2019
Leggi l'articolo...


Cresce la resistenza agli antibiotici in Europa: quasi un terzo della Salmonella è multiresistente. Il rapporto Ecdc-Efsa.

La resistenza agli antibiotici in Europa continua a crescere, mentre i farmaci antimicrobici rischiano di diventare sempre meno efficaci nel trattamento delle infezioni. Lo rivela un nuovo rapporto realizzato dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), che hanno raccolto i dati relativi alla diffusione di batteri antibiotico-resistenti nell’uomo e negli animali da allevamento nel 2017 nei 28 Stati membri.
sabato 23 marzo 2019
Leggi l'articolo...


Il reddito del controllo sociale: contro i giovani, sanziona i poveri, sorveglia gli affetti

Workfare all'italiana. La Camera approva, in seconda lettura, il decreto "reddito-quota 100". Entro il 29 marzo il Senato dovrà approvarlo in via definitiva. Analisi di un provvedimento molto richiesto in Lombardia, come in tutto il Sud, che nega ai giovani under 26 l'indipendenza, controlla la vita matrimoniale dei poveri e introduce in Italia la categoria del lavoro obbligatorio fino a 16 ore a settimana. Nel silenzio sconcertante delle opposizioni. Perché oggi è necessario uscire da rappresentazioni funzionalistiche, risarcitorie, lavoriste o pauperistiche della povertà e rivendicare un diritto sociale fondamentale al reddito di base.
venerdì 22 marzo 2019
Leggi l'articolo...


7 Aprile 1979 - 7 Aprile 2019 - PADOVA - Presentazione del libro «Gli autonomi. L'Autonomia Operaia vicentina. Dalla rivolta di Valdagno alla repressione di Thiene» (Ed. Derive Approdi)

Presentazione del libro a Padova presso AltrAgricoltura Nord Est - Corso Australia 61 (Piazzale Teatro Geox) - DOMENICA 7 APRILE - Ore 17:30 - Sarà presente l'autore,
martedì 19 marzo 2019
Leggi l'articolo...


7 Aprile 1979 - 7 Aprile 2019 - PADOVA - Presentazione del libro «Gli autonomi. L'Autonomia Operaia vicentina. Dalla rivolta di Valdagno alla repressione di Thiene»

Il prossimo 28 marzo sarà disponibile nelle librerie il quinto volume de «Gli autonomi», dedicato alle vicende dell’Autonomia operaia vicentina, dalla rivolta di Valdagno alla tragedia di Thiene, dove trovarono la morte quattro giovani militanti. Il libro è acquistabile da subito sul sito dell’editore con lo sconto del 15% e la consegna in 24-48 ore.
venerdì 15 marzo 2019
Leggi l'articolo...


Economia circolare: unica salvezza della Terra.

Ogni anno l’economia mondiale consuma quasi 93 miliardi di tonnellate di materie prime tra minerali, combustibili fossili, metalli e biomassa. Di queste, solo il 9% sono riutilizzate. Il consumo di risorse è triplicato dal 1970 e potrebbe raddoppiare entro il 2050. Secondo il Global Footprint Network, per mantenere l’attuale stile di produzione e di vita, un solo Pianeta non è ci basta, ne servirebbe 1,7, ovvero un’ altra Terra. Nel 2018, il giorno in cui abbiamo consumato tutte le risorse naturali che il Pianeta è in grado di rigenerare in un anno, è caduto il primo agosto: mai così presto. È come finire lo stipendio al 20 del mese, ma nessuno ti fa credito per gli altri 10 giorni. E i mutamenti climatici sono legati anche all’utilizzo di materie prime. Il 62% delle emissioni di gas serra (escluse quelle provocate dal consumo del suolo) avviene durante il processo di estrazione e lavorazione delle materie prime, mentre solo il 38% in fase di consegna o utilizzo dei prodotti. Che succederà fra 30 anni, quando saremo 9 miliardi di persone e il riscaldamento globale più su di un altro grado e mezzo? /infografiche/2019/dataroom/03/energia/emissioni.html
domenica 10 marzo 2019
Leggi l'articolo...


Strade dei veleni: tonnellate di rifiuti tossici interrati nell'asfalto nel Nordest

Nelle strade di 19 comuni del Polesine, in Veneto, sarebbero state interrate quasi 9mila tonnellate di veleni e rifiuti tossici, nella campagna tra le cittadine di Trecenta e Giacciano con Baruchella. È quano emerge dall'indagine partita con un maxi sequestro nel Milanese, a seguito di un incendio avvenuto il 14 ottobre scorso a Milano, che richiese l’intervento di 172 equipaggi dei Vigili del fuoco. L'inchiesta ha coinvolto due aziende della Bassa Veronese accusate di ricevere, trasportare e gestire abusivamente ingenti quantità di rifiuti, tra cui scorie e ceneri pesanti. Queste sostanze sono state usate per realizzare strade interpoderali in Veneto, Emilia Romagna e Lombardia.
giovedì 28 febbraio 2019
Leggi l'articolo...


Reddito di base, una mappa anti propaganda.

Il libro. «Il reddito di base nell’era digitale» di Giuseppe Allegri, pubblicato da Fefé editore. S’immagina una nuova architettura costituzionale, che possa aggredire la ricchezza finanziaria. Tre i concetti su cui si articola il volume: solidarietà, autodeterminazione, protezione individuale e collettiva. Con Il reddito di base nell’era digitale (Fefé editore, pp. 265, euro 15) Giuseppe Allegri ha scritto un libro necessario in un paese dove il governo nazional-populista Lega-Cinque Stelle sta istituendo una versione reazionaria del «reddito di cittadinanza». Ovvero: un sussidio che obbligherà al lavoro gratuito, alla formazione e riqualificazione obbligatoria, all’emigrazione forzata, all’arricchimento dei capitalisti che incasseranno i nuovi incentivi erogati sul modello del Jobs Act. Questo progetto è la parodia di una misura che significa l’opposto: una tutela universale di un diritto fondamentale all’esistenza di ogni persona svincolata dal lavoro e dalla nazionalità.
giovedì 28 febbraio 2019
Leggi l'articolo...


Avanti Ultima pag.
News